Home / News / 28 giugno 2021: Decimo anniversario eradicazione Rinderpest

28 giugno 2021: Decimo anniversario eradicazione Rinderpest

Nel decennale della sconfitta della Rinderpest l’Organizzazione Mondiale della Sanità Animale (OIE) ricorda che fu proprio questa  malattia a indurre molti Stati a dotarsi di un servizio veterinario nazionale e a fondare scuole di medicina veterinaria come quella di Lyone, primo esempio storico per le Accademie europee.

La battaglia contro la malattia ha accelerato altresì lo sviluppo di un vaccino sicuro ed economico, che ha consentito l’attivazione di campagne vaccinali su larga scala nelle regioni colpite.

Inevitabile il parallelismo con l’attuale emergenza SARS CoV-2: “L’eradicazione globale della peste bovina dà motivo di essere ottimisti quando si tratta di combattere le malattie infettive degli animali” dichiara l’OIE. “Sebbene la recente pandemia di Covid-19 abbia dimostrato l’impatto devastante che le malattie infettive emergenti possono avere, è anche un promemoria del ruolo fondamentale che i vaccini possono svolgere nel proteggere tutti noi”.

Sul piazzale antistante la nuova sede del Ministero della Salute, alla presenza del ministro Fazio e del direttore generale della FAO Jacques Diouf , è stata inaugurata una stele commemorativa della storia di questa battaglia conclusasi vittoriosamente.

Oggi la comunità internazionale punta a debellare la Peste dei piccoli ruminanti (PPR) entro il 2030.

Il virus PPR appartiene alla stessa famiglia del virus della peste bovina, pertanto l’esperienza e le conoscenze maturate nel portare a termine l’obiettivo relativo all’eradicazione della peste bovina potranno ritornare utili all’eradicazione anche della PPR.  I vaccini per tale malattia sono attualmente disponibili, e garantiscono un’immunità duratura.

Si ribadisce pertanto che la vaccinazione è uno degli strumenti chiave all’interno di una strategia globale di controllo ed eradicazione delle patologie infettive.